Home » Diritto di Famiglia

Diritto di Famiglia

SEPARAZIONE, DIVORZIO, AFFIDAMENTO DEI FIGLI IN ITALIA ED ALL'ESTERO

SLI si occupa di separazioni consensuali e giudiziali, divorzi congiunti e giudiziali, accordi di convivenza e modifica delle relative condizioni.

Azioni cautelari ed urgenti a tutela dell’incolumità del coniuge debole e dei minori, anche in relazione ai reati contro la famiglia; ottenimento di provvedimenti giudiziari di allontanamento cautelare dalla residenza. Divieto di avvicinamento alla dimora.

SLI
pone particolare attenzione alle condizioni relative al mantenimento ed all’affidamento dei minori mediante l’applicazione dell’affidamento congiunto o, nei casi più delicati, anche ricorrendo all’affidamento esclusivo all’uno od all’altro genitore.

SLI ha maturato un’approfondita esperienza soprattutto nei rapporti familiari con genitori di cittadinanza differente ed in cui uno dei due intenda trasferirsi all’estero con la prole od abbia già sottratto la prole espatriando senza il consenso dell’altro genitore.

Alle coppie che si rivolgono a SLI, vengono illustrati quali sono i propri diritti in caso di cessazione del rapporto matrimoniale e nei rapporti genitoriali, anche nel caso di coppie di fatto con prole.
 
Aree di attività principali:
  • Separazione e divorzio sia tra cittadini italiani che tra cittadini italiani e stranieri;
  • Addebito della separazione;
  • Casa coniugale;
  • Assegno di mantenimento o alimentare;
  • Regime patrimoniale;
  • Filiazione;
  • Affidamento dei minori: sia tra cittadini italiani che tra cittadini italiani e stranieri;
  • Tutela dei minori (curatele e tutele);
  • Reati contro la famiglia;
  • L'impresa di famiglia;
  • Unioni di fatto.

CURATELE, TUTELE, AMMINISTRAZIONI DI SOSTEGNO, INTERDIZIONI

SLI si occupa delle problematiche relative alle situazioni familiari nelle quali si verifichino eventi di natura genetica, patologica, fisica invalidante, disabilità psichica od anche nel caso di minori od anziani non più in grado di attendere alle proprie necessità, portatori di disturbi della personalità o sensoriali (categorie protette: non vedenti, sordomuti, etc.), tossicodipendenti.
A seconda della situazione, SLI illustrerà all’interessato ed ai propri familiari gli istituti forniti dall’Ordinamento Giuridico per tutelare al meglio la famiglia e l’interessato stesso salvaguardando il patrimonio da eventuali dispersioni o mala gestio, nel rispetto della personalità e della dignità umana.
Gli Istituti di Protezione cui è possibile ricorrere – a seconda della gravità della situazione, dal più grave al più lieve – sono  le interdizioni, le inabilitazioni o l’Amministrazione di sostegno.
L’Interdizione e l’Inabilitazione vengono adottate solo in via residuale e nei casi disperati, laddove non sia possibile ricorrere all’Amministrazione di sostegno, che è decisamente preferita in quanto consente all’interessato di poter compiere atti di vita quotidiana, benché sotto il controllo dell’amministratore, mentre per gli atti di straordinaria importanza, necessità il parere vincolante del Tribunale.
SLI cura la nomina del tutore, del curatore o dell’amministratore di sostegno (preferibilmente un familiare), ma anche assumendo l’incarico diretto per la gestione dei patrimoni, sotto controllo giudiziario e con obbligo di rendiconto.